20 Marzo 2019
[]

Progetti

Situazione Progetti CLMC al 2012

le nostre attività
Cooperazione in Senegal

Nel corso del 2012 sempre a seguito di attività di sensibilizzazione e conoscenza sulle problematiche di sicurezza alimentare dell´area del Sahel è stata avviata in collaborazione con il Centro Missionario Diocesano e la Caritas della diocesi di Ventimiglia-San Remo una raccolta fondi che si completerà nell´anno 2013 a favore del Centro Pubblico Handicappati di Grand-Yoff (Dakar) rispondendo ad una specifica richiesta pervenutaci dalla Cooperazione della nostra rappresentanza diplomatica a Dakar. Il nostro rappresentante paese in Senegal si occupa del suivi dell´iniziativa e mantiene i rapporti con l´istituzione.

Cooperazione in Serbia:

Il Centro di Solidarietà "S. Teresa di Calcutta" di Ateksinae (Serbia) è stato costruito nel 2004, in piena guerra, con il contributo delle Delegazioni delle Caritas Liguri.
Comprende diversi progetti:
  • -Assistenza scolastica all´infanzia abbandonata (soprattutto bambini Rom).
  • -Assistenza donne sole con attività di lavanderia.
  • -Assistenza anziani.

Con il contributo di € 7.000,00 della CLMC, accantonato nell´anno 2011 e trasmesso nel 2012, saranno parzialmente sostenute le spese di gestione del personale dedicato ai diversi progetti.

Cooperazione in Costa d´Avorio e Burkina Faso:

Nell´anno 2012 si sono anche sistematizzate le attività già iniziate negli anni precedenti, di appoggi alla scolarizzazione di giovani in Costa d´Avorio, come risposta anche alla crisi che il paese attraversa da un decennio, e in Burkina Faso. Si è trattato di iniziative, che hanno toccato la provincia di Lecco e che hanno permesso di continuare a sostenere la scolarizzazione di 6 giovani Burkinabè per un finanziamento di € 400,00.
In Costa D´Avorio nel corso del 2012 a seguito delle nostre attività di sensibilizzazione sulle realtà socio-economiche deteriorate a causa del lungo periodo bellico e post-bellico, svolte nel ponente ligure e a Genova abbiamo finanziato, per un importo di € 5.000,00 il ripristino di un Foyer di giovani nella città di Abidjan gestito dai padri missionari della SMA (Società delle Missioni Africane) e contribuito al finanziamento, per la ripresa produttiva, di cooperative di giovani imprenditori.

Progetto di promozione e di presa in carico della Salute mentale in Guinea Conakry.
(segue relazione)
Conferenza Episcopale Italiana (Comitato in favore Terzo mondo) € 35.000,00
Fondo CLMC per i Paesi in via di Sviluppo (PVS) € 6.596,07
Lavoro benevolo soci e collaboratori € 63.100,00
Apporto monetario Partner guineano FMG a progetto € 1.575,00

Micro

- Contributi Caritas Ge e CMD Ventimiglia-Sanremo € 8.670,00 + Fondo CLMC PVS € 330,00
Destinazione: Fondo progetti Caritas € 4.000,00 +Progetto Foyer giovani di Abidjan € 5.000
- Contributi Campagna ´Abbiamo Riso per una cosa seria´ € 3.848,00 = Accantonati nel fondo "campagna riso"
- Scolarizzazione: da soci Clmc per il Burkina Faso € 400,00
da scuola di Taggia per il Senegal € 500,00

Diversi: Offerte soci e privati € 3.624,57 per la gestione ordinaria
5xmille € 1.906,83 per le consulenze amministrative.

Relazione annuale su altri progetti realizzati o in corso nell´anno di riferimento.
Specifica:
Cooperazione in Guinea:
Progetto di promozione e di presa in carico della Salute mentale in Guinea Conakry.

Era stato presentato alla CEI (Comitato in favore dei paesi del Terzo Mondo) nel dicembre 2010, approvato a marzo 2011 per un finanziamento di € 100.000,00, su un totale di 150.000,00 €. Il progetto è iniziato nel giugno 2011.
Il progetto della durata di due anni ha come obiettivo generale quello di promuovere la Salute Mentale in un contesto territoriale allargato in Guinea - Conakry con un rafforzamento ed un´estensione del precedente progetto CLMC (dal gennaio 2006 al giugno 2009, finanziato dal FOGUIRED, (leggi FOnds GUinéo Italien de REconversion de la Dette), sempre in partenariato con l´ONG guineana FMG ( leggi Fraternité Medicale Guinée) cui si è aggiunta la Caritas diocesana di N´Zérékoré.
In sintesi gli obiettivi specifici del progetto sono:
1. Rafforzare le capacità degli operatori sanitari e socio-sanitari
2. Migliorare l´accesso alle cure di qualità per i malati psichici ed epilettici
3. Creare una dinamica di scambio tra il personale sanitario ed i guaritori tradizionali
4. Rafforzare le capacità istituzionali e tecniche delle strutture di cura e comunitarie attraverso un accompagnamento all´organizzazione ed al partenariato.

Le macro-attività previste per conseguire l´obiettivo generale sono:
• Organizzazione di 14 sessioni di formazione teorica e pratica in psichiatria, psicologia, riabilitazione psico-sociale e organizzazione di reti sociali; di piattaforme di scambio e di incontri tematici tra gli attori del progetto; di missioni di scambio sotto-regionali e di missioni Sud - Nord
• Integrazione delle cure psichiatriche nelle 6 strutture sanitarie individuate per il progetto in Guinea Forestale e rivitalizzazione dei servizi di salute mentale nelle 6 strutture già integrate nel precedente progetto, a Conakry e nella Bassa e Media Guinea.
• Realizzazione dei laboratori ( atelier ) di reinserimento per i malati stabilizzati.
• Rafforzamento del dispositivo locale per l´approvvigionamento di medicine neuropsichiatriche generiche.
• Realizzazione di una cartografia dei siti dove operano i guaritori tradizionali.

Beneficiari diretti del progetto :
• 300 persone, fra personale medico e paramedico nel settore neuropsichiatrico
• 6.000 pazienti, che si rivolgono alle 12 strutture di cura e riabilitazione per malati mentali.
Beneficiari indiretti:
• 60.000 persone, membri delle famiglie dei malati
• 600.000 persone, membri della comunità di appartenenza degli stessi malati.
Il progetto,di durata biennale, è iniziato il 15.06.2011 con una fase di organizzazione e di ri attualizzazione dei precedenti risultati acquisiti. La prima missione di formazione, sia psichiatrica che riabilitativa, si è svolta nel gennaio 2012, una seconda psichiatrica, nel maggio del 2012, seguita a giugno da una missione di supervisione e di valutazione a metà percorso. Ad ottobre si è svolta la terza missione di formazione, incentrata sugli aspetti psicologici della Salute Mentale.
Il Progetto Salute Mentale è stato finanziato nel 2012 con un apporto monetario della CEI e CLMC di € 41.596,07 e con un apporto monetario del partner guineano di € 1.575,00.

Il lavoro di preparazione di tali missioni da parte dei componenti la commissione progetti e la permanenza in loco dei formatori e valutatori, ha comportato una valorizzazione di
€ 63.100,00


In vista della nuova fase del progetto il partenariato della CLMC con l´ASL n°1 di Imperia - Sanremo, già avviato, è stata firmata una Convenzione di collaborazione, che favorisce l´impegno del personale dell´ASL per il progetto, sia in Italia che in Guinea, e la partecipazione dell´ASL al Comitato misto tecnico-scientifico.
In vista della conclusione del progetto prevista a metà del 2013, di questa fase del progetto di Salute Mentale, sono già stati presi accordi, insieme al partner FMG, con la Conferenza Episcopale Guineana, per un´estensione del progetto tramite le Caritas diocesane a tutte le Diocesi del paese. Anche il Comitato CEI in favore del Terzo Mondo ha dato un assenso di massima al prolungamento per altri 3 anni.
Questo progetto, già presentato nel 2008 al MAE e non ritenuto per mancanza di fondi nel 2010, è stato attualizzato e riproposto nel dicembre 2012 per un possibile esame, che non ha avuto corso. Nel frattempo un nuovo accordo è nato fra la nostra ONG, LVIA e CISV per un progetto in consorzio più vasto, che prevede interventi a favore delle fasce più deboli e vulnerabili in Guinea, compresi i disabili psichici, sinergico col prolungamento di progetto CEI. Questo progetto consortile sarà presentato presso il MAE al primo appello del 2013.
Inoltre nel corso del 2012 a seguito di attività di sensibilizzazione e conoscenza delle problematiche specifiche del territorio guineano in collaborazione con il Centro Missionario Diocesano e la Caritas della diocesi di Ventimiglia-San Remo, la Clmc ha proposto una raccolta di fondi destinati alla sicurezza alimentare del Centro di accoglienza per persone senza dimora della città di Macenta, diocesi di N´Zerekorè, sempre in Guinea, gestito da una congregazione di Suore. L´iniziativa si completerà nel 2013.

sito realizzato da lapubliemme.com
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata